Premio Graziadei 2014

La giuria internazionale composta da Marco
 Delogu (fotografo e direttore artistico di FOTOGRAFIA), Francesco Graziadei (avvocato, partner di Graziadei Studio Legale), Tod Papageorge (fotografo e direttore del dipartimento di fotografia della Yale University) e Jon Rafman (artista e filmaker), dopo aver visionato le numerose proposte arrivate, ha selezionato Pietro Paolini come vincitore della terza edizione del Premio Graziadei. 
Il progetto di Pietro Paolini, The Two Halves, verrà esposto al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea 
di Roma durante la tredicesima edizione di fotografia. Il vincitore otterrà inoltre una borsa per la realizzazione e produzione di un nuovo progetto fotografico che sarà esposto durante la successiva edizione.

 

La serie The Two Halves è stata realizzata in Venezuela. Paolini ha voluto esplorare la quotidianità del
paese in un momento estremamente delicato per il futuro democratico della società venezuelana. Dalla morte del presidente Hugo Chavez il Venezuela sta infatti vivendo un momento di passaggio, la fine di un’esperienza politica profonda e radicale che ha segnato in modo indelebile la storia del paese nei suoi aspetti positivi e in quelli negativi. L’incertezza, la precarietà di un’identità in pieno divenire che potrà svilupparsi solo con il superamento della forte divisione nel popolo venezuelano.

 

La giuria del terzo Premio Graziadei ha altresì riconosciuto la qualità del lavoro di Marco Casino, Simone Mizzotti ed Emanuele Occhipinti, assegnando loro una speciale menzione speciale.

PREMIO GRAZIADEI 2014

 

Vincitore:

Pietro Paolini

 

Menzione speciale:

Marco Casino
Simone Mizzotti
Emanuele Occhipinti