Premio Graziadei 2012

La giuria internazionale della prima edizione del Premio Graziadei composta da Marco Delogu (fotografo e direttore di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma), Bartolomeo Pietromarchi (direttore del MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma), Paul Wombell (curatore indipendente e guest curator a Le Mois de la Photo à Montréal 2013), Francesco Zanot (critico, associate editor di Fantom e direttore del Master in Photography & Visual Design di Forma in collaborazione con NABA) e Francesco Graziadei (avvocato, partner di Graziadei Studio Legale) ha assegnato due borse a due giovani fotografi italiani: Andrea Botto e Francesco Neri.

 

I candidati si sono confrontati con un tema classico della fotografia documentaristica del Novecento: il lavoro, rilanciato e reinterpretato mediante una grande attenzione alle differenze e ai cambiamenti sia dei linguaggi della fotografia che delle forme del lavoro contemporaneo e della società. Un tema di forte appeal tra i giovani, visti i notevoli cambiamenti degli ultimi anni, che ha permesso ai vincitori e ai partecipanti di dare immagine ai propri pensieri e alle proprie preoccupazioni e incertezze per il futuro.

 

Andrea Botto con il progetto Ka-boom, relativo alla tecnica delle cosiddette esplosioni controllate, si è ispirato, infatti, al concetto di ambiguità, staticità , limite ed energia. “Ho voluto affrontare il tema del lavoro attraverso una metafora del mondo contemporaneo. Volevo rappresentare il senso di precarietà e di instabilità, qualcosa alla cui scomparsa si assiste da spettatori, ma allo stesso tempo volevo ricreare l’energia positiva deflagrante, che deve rinascere dalle proprie macerie” ha commentato il fotografo.

 

Francesco Neri si è concentrato sull’incertezza e sulla precarietà lavorativa delle giovanissime generazioni, ma in un senso più ampio del termine: “il mio progetto è incentrato su una ricerca fotografica sullo stato di sospensione e di incertezza. Si tratta più precisamente di quella vertigine emozionale data dalla scelta di ciò che si vuole fare tra le svariate possibilità e gli innumerevoli mondi possibili”.

 

La qualità e l’alto numero delle candidature presentate al concorso hanno indotto la giuria a dare anche due menzioni di onore ad altri fotografi emergenti: Roberto Boccaccino, Tommaso Bonaventura e Alessandro Imbriaco.

PREMIO GRAZIADEI 2012

 

Vincitori:

Andrea Botto
Francesco Neri

 

Menzione speciale:

Roberto Boccaccino
Tommaso Bonaventura & Alessandro Imbriaco