Premio Graziadei 2015

In occasione della XIV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma e in collaborazione con Graziadei Studio Legale, arriva alla sua quarta edizione il Premio Graziadei Studio Legale per FOTOGRAFIA, per la ricerca e la promozione di nuovi talenti della fotografia italiana contemporanea.

 

Graziadei Studio Legale ha una specifica competenza ed una spiccata sensibilità per i temi della proprietà intellettuale. Accanto all’attività professionale lo Studio ha sviluppato un interesse per la promozione dell’arte contemporanea ed in particolare della fotografia, proponendo periodicamente mostre di fotografi nazionali ed internazionali. Negli anni è però maturata l’esigenza di andare oltre l’esposizione e l’acquisizione di opere fotografiche di artisti già affermati, e di stimolare e scoprire la creatività di nuovi talenti, attraverso la selezione di progetti inediti e la produzione di progetti totalmente nuovi.

 

Dopo il successo di critica e pubblico delle prime tre edizioni – vinte da Pietro Paolini, Andrea Botto, Francesco Neri, Luca Nostri e Luca Spano – il Premio Graziadei continua la sua crescita e conferma l’evoluzione avviata durante la terza edizione.

 

Il nuovo obiettivo del Premio è la scommessa sulla capacità di ulteriore crescita di fotografi che già stiano mostrando una interessante maturazione artistica. Ai fotografi selezionati sarà data la possibilità di esprimersi attraverso un progetto più ambizioso, in quanto dotato di maggiori risorse economiche rispetto al passato, di un tempo più lungo di elaborazione e realizzazione e di una piena libertà di tema, che consentirà al vincitore di proseguire nella ricerca sui terreni di suo maggiore interesse.

 

La giuria internazionale, composta da Marco Delogu (fotografo, direttore artistico di FOTOGRAFIA e direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra), Francesco Graziadei (avvocato, partner di Graziadei Studio Legale), Francesco Jodice (fotografo) e Hans-Christian Schink (fotografo), dopo aver visionato le numerose proposte arrivate, ha selezionato il duo The Cool Couple, composto da Niccolò Benetton e Simone Santilli, come vincitore della quarta edizione del Premio Graziadei Studio Legale per FOTOGRAFIA.

 

Approximation to the West, tramite la raccolta e la divulgazione di informazioni storiche, mira a evidenziare alcuni aspetti di un passato dimenticato e le sue connessioni con la situazione geopolitica attuale.

 

Ciò avviene su due livelli: l’analisi di un paesaggio culturale (corrispondente alla Comunità Montana della Carnia, in Friuli Venezia Giulia) e gli eventi storici che vi ebbero luogo al termine della Seconda Guerra Mondiale.

 

Successivamente all’invasione nazista dell’Italia, i partigiani liberarono la Carnia e vi proclamarono una Repubblica, la quale, pochi mesi dopo fu spazzata via dall’invasione di decine di migliaia di cosacchi alleatisi con il III Reich. In seguito all’occupazione, la Carnia divenne la cosiddetta Kosakenland in Nord Italien. Al termine della guerra, i cosacchi fuggirono in Austria, dove, prigionieri degli Alleati, vennero rimpatriati forzatamente in Unione Sovietica, dalla quale erano fuggiti nel 1941. Una volta nelle mani di Stalin, vennero internati o giustiziati e la vicenda nascosta negli archivi di Stato.

 

Il progetto si interroga sulla crisi dell’identità e sulla perdita dei punti di riferimento, utilizzando l’episodio dell’occupazione cosacca come una chiave di lettura del nostro passato recente.

 

“In questa fallibilità del racconto
della storia trova anche giustificazione il titolo complessivo dell’opera Approximation to the West, da intendersi appunto come un tentativo che contiene già in sé il proprio scacco, come ogni approssimazione, ma che comunque rappresenta il modo attraverso il quale ci si può se non altro avvicinare alla storia e conservarne la memoria” (Walter Guadagnini, Approximation to the West, dal catalogo della mostra Territori Instabili).

PREMIO GRAZIADEI 2015

 

Vincitore:

The Cool Couple

 

Menzione speciale:

Fabrizio Albertini
Fabio Barile
Alberto Sinigaglia

 

Nuovo progetto:

Pietro Paolini